vai alla home page
E-COTTON A SOSTEGNO DEL BANGLADESH

Acquista Ecotton e ci aiuti a sostenere “The Health Her Program”
ad aprile in arrivo dal Bangladesh la nuova fornitura di T-shirt del commercio equo e solidale


Acquistando t-shirt e shopper del commercio equo e solidale da Brac-AArong in Bangladesh ormai dal lontano 2004, ci siamo resi conto che in quella zona il numero delle fabbriche tessili è via via aumentato in modo considerevole, data la forte domanda di industrie straniere per la confezione di capi di abbigliamento a basso costo.

Come purtroppo abbiamo più volte dovuto constatare le condizioni di lavoro non sempre sono rispettose del lavoratore e molte regole a protezione della persona non vengono rispettate in nome di un profitto sempre maggiore.
Da qui la nostra scelta di rivolgerci ad un settore diverso, quello del commercio equo e solidale, attento ai diritti e ai bisogni dei lavoratori e che garantisce loro una migliore qualità di vita.
Grazie alla collaborazione con Emergency, che dura ormai da alcuni anni, ci siamo soffermati a riflettere anche sull'aspetto sanitario e di cura dei lavoratori e abbiamo quindi deciso di finanziare un progetto che verte sulla salute per le lavoratrici di 'Minar Garments', un'azienda tessile a cui Aarong si appoggia per la produzione di alcuni dei suoi articoli.
Generalmente gran parte della manodopera impegnata in queste fabbriche è fornita da giovani donne provenienti da famiglie con un basso grado di istruzione e raramente a conoscenza delle più basilari regole igieniche.
Questo progetto, che interesserà circa 2.000 lavoratrici nel 2014, e continuerà negli anni successivi, si prefigge di migliorare la salute delle donne lavoratrici, ma non solo.
Istruendo queste giovani donne, infatti, si prevede che tutte le informazioni ricevute vengano riportate anche all'interno delle famiglie di provenienza e alle cerchie di amicizie e che questo possa aumentare la conoscenza e la diffusione delle più elementari norme igieniche che, in Paesi quali il Bangladesh, possono contribuire a salvare la vita di adulti e bambini.
Durante le ore di formazione saranno prese in esame le maggiori problematiche cui le ragazze vanno incontro e saranno spiegate e fortemente consigliate tutte le azioni idonee a migliorare la loro salute e la loro vita.
Più in dettaglio, il piano salute prevede:



  • finanziamento dell'intero progetto da parte di Coop. Soc. Raggio Verde

  • monitoraggio e supervisione da parte di Aarong di tutte le fasi del progetto

  • report trimestrali redatti da Minar Garments per controllo e approvazione da parte di Aarong e Raggio Verde
    Il progetto avrà inizio nella primavera del 2014 e continuerò per un anno intero, le lavoratrici frequenteranno i corsi all'interno dell'orario di lavoro e verranno regolarmente retribuite da Minar Garments.
    I principali argomenti trattati durante il programma sono:



  • condizioni generali di salute

  • igiene personale

  • igiene dell'apparato riproduttivo

  • infezioni e malattie dell'apparato riproduttivo

  • pianificazione familiare

  • igiene della mamma e del bambino

  • educazione alimentare

  • tubercolosi

  • salute sul lavoro, con particolare attenzione ai problemi respiratori


Il numero massimo di partecipanti per ogni lezione è fissato in 25 persone e le lezioni saranno spalmate su tutti i turni di lavoro.
Shahanaz


Operaia partecipante al progetto Her Project in Banglades.
Mia figlia mi ha detto che per lei sono diventata un'amica oltre che una madre. Succede che se le amiche di mia figlia vogliono sapere di più su alcuni aspetti sanitari si rivolgono a me e mi raccontano i loro problemi. Io dico loro di considerarmi come una seconda madre e di non sentirsi in imbarazzo qualunque sia l'argomento da affrontare insieme.
Habiba


Operaia e partecipante al progetto Her Project in Bangladesh
Dopo avere partecipato al corso ed avere appreso quanto proposto durante le lezioni, mi sono resa conto per la prima volta di quanto importante fosse prendersi cura di se stessi. Nessuno prima di allora me lo aveva insegnato, né in famiglia né a scuola. Quando mi hanno proposto di partecipare al corso  ero intimorita perchè temevo di non essere in grado di capire il progetto nella sua complessità, ma quando mi sono resa conto che il progetto era rivolto solo alle donne e trattava di argomento relativi alla nostra salute e stile di vita mi sono convinta.
Ora sono diventata una brava insegnante anche per le mie amiche e i miei familiari.
Reema


Operaia nel reparto finissaggio e partecipante al progetto Her Project  in Bangladesh.
Gli argomenti del progetto che ho trovato più interessanti sono stare le tematiche sull'HIV e sull'AIDS. Prima non ero sicura di come queste malattie si diffondessero, addirittura pensavo ci si potesse infettare con il solo contatto. Ho riferito tute le informazioni ricevute a mio marito e lui ne ha parlato con i suoi amici, anche loro non ne erano informati prima di parlarne con lui.

 
 
Operaia partecipante al progetto Her Project in Bangladesh
 
07-08-2017
AGOSTO IN BOTTEGA...
03-06-2017
TOMATO REVOLUTION...
01-06-2017
BOMBONIERE SOLIDALI 2017...
13-05-2017
PRIMAVERA COSMETICA 2017...
12-05-2017
SALVA IL MONDO ... Pure TU...
12-03-2017
LA BOTTEGA DI NOVARA CAMBIA CASA...
19-02-2017
Non perdere il tè delle cinque -...
23-11-2016
NATALE EQUO E SOLIDALE 2016...


Cooperativa Raggio Verde Onlus - Via Polle 54/B Cossato (BI) - tel 015/980293 fax 015/3700515 - P.iva 01980170029 - info@raggioverde.com